Home page

Cos'è una coop. sociale

Leggi nazionali

Leggi europee

Servizi

Pagine regionali

Legislazione del lavoro

Newsletter

Bandi e progetti

Servizio civile

Forum

Salute mentale


Mailing
Vuoi ricevere ll mailing list della Cooperativa sociale Lacanosa?
Inserisci la tua E-mail
Iscrivi Elimina


Cooperative sociali


Cooperative di tipo A


Cooperative di tipo B


Legge 381/1991


Faq


Costituzione di una Coop.


Consorzi fra coopearative


 


 

 

 

Cooperative sociali di tipo B

Le Cooperative Sociali e i loro consorzi sono imprese che operano con finalità di promozione sociale e di sviluppo nella società, ma sono imprese a tutti gli effetti. Esse offrono servizi, personale specializzato ed attuano inserimenti lavorativi di soggetti svantaggiati in strutture con caratteristiche imprenditoriali, sviluppando professionalità spendibili sul mercato. Questo nuovo modello imprenditoriale ha risposto ai bisogni ed alle esigenze espressi da cittadini svantaggiati sia per quanto riguarda il lavoro sia per quanto riguarda il diritto di partecipare attivamente nella società.

Intercettare sul territorio i bisogni e trasformarli in domanda, offrire servizi qualificati , adottare forme di gestione democratica, essere presenti nella ridefinizione delle politiche sociali, conquistarsi un'autonomia rispetto al mercato mantenendo i propri valori, è il delicato compito di chi partecipa alla crescita della cooperazione sociale.

Le Cooperative Sociali di tipo B possono svolgere tutte le attività produttive - commerciali, artigianali, industriali o agricole - che siano finalizzate soprattutto all’inserimento lavorativo di soggetti socialmente svantaggiati (ex tossicodipendenti, ex alcolisti, ex detenuti, malati psichici, portatori di handicapp, minori a rischio di devianza, ecc.).

Questo tipo di imprese ha conquistato un ruolo come strumento privilegiato e specialistico per l'inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati, come soggetto in grado di svolgere una formazione professionale sul campo, a lavorare per una piena integrazione sociale delle persone in difficoltà e ad avviarle anche all'inserimento del lavoro esterno alla cooperativa.

Nelle cooperative sociali di tipo B potremo avere invece:

  1. soci ordinari che esercitano una attività retribuita;

  2. soci volontari in misura non superiore alla metà del numero complessivo dei soci;

  3. soci "persone svantaggiate" che, compatibilmente con il loro stato di salute fisica e psichica partecipano alla attività lavorativa degli altri componenti la base sociale. Il numero di tali soci deve essere pari almeno al trenta per cento dei lavoratori, soci e non soci della cooperativa.

 



 

Lacanosa

 

Cooperativa

sociale


Azione Cattolica

diocesi di Taranto

 
 Area Riservata Admin | Imposta come prima pagina Prima pagina | www.cooperativasociale.org | Preferiti Inserisci nei preferiti | Contatto Contatto